IL LAVORO LAMPO

...IL LAVORO LAMPO

C’è scritto in vari articoli della Costituzione del ’48 della Repubblica Italiana, a partire dal primo, che il lavoro è un diritto inalienabile degli italiani e deve essere dignitoso e decoroso, oltrechè garantire a tutta la famiglia una vita sostenibile. E’ così invece? A partire dal ’70, sindacati ed esponenti delle classi lavoratrici hanno buttato giù una serie di assiomi che si chiama contratto di lavoro, stravolto dalle legislature parlamentari fino ai giorni nostri in concomitanza di crisi economiche più o meno palesi. Ministero del Lavoro, Inps, Inail, Istat, diffondono a tutta forza informazioni sull’aumento del numero degli occupati. Occupati che hanno stipulato con le aziende contratti di lavoro della durata persino di un giorno! Questo i governanti lo chiamano “Patto di Stabilità”…
E’ IL VERO MALE DEL PAESE: CONTRATTI DI LAVORO LAMPO! Non ci può essere mai stabilità con questo genere di imbrogli.
LE LEGGI SU QUESTO TIPO DI LAVORO LEDONO LA DIGNITA’ DEI LIBERI LAVORATORI, CHE NON POSSONO SALTARE, NEL GIRO DI POCHI MESI, DA UN’AZIENDA A UN’ALTRA PER ESSERE SFRUTTATI PER POCHI SPICCIOLI AL MESE.
LO STATO DELLE COSE AVVANTAGGIA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE CHI HA ACCESSO AL CAPITALE, CIOÈ GLI AMICI DELLE SINISTRE E DELLE DESTRE PARLAMENTARI CON IL NASO NEI LOSCHI AFFARI DELLE BANCHE. VA DA SE’ CAPIRE CHE I LAVORATORI, NONCHÉ I RISPARMIATORI, VENGONO PRESI PLATEALMENTE PER IL CULO. QUESTE COSE MANCO I GRILLINI LE HANNO AFFERRATE, E LI INVITO TUTTI A LEGGERE I NOSTRI SCRITTI, SE VERAMENTE VOGLIONO MANDARE IN GALERA TUTTI I FARABUTTI D’ITALIA!
NEGLI ULTIMI DIECI ANNI SI PARLA TANTO DI AGGREDIRE L’EVASIONE FISCALE, MA PROPRIO QUESTE LEGGI FARLOCCHE CONSENTONO AI CAPITALISTI DI DISTRUGGERE IL MERCATO DEL LAVORO E DI AGGIRARE IL FISCO, RENDENDO IL POSTO FISSO NELLE AZIENDE PRIVATE UNA CHIMERA. LO STESSO DISCORSO ORA VALE PURE PER GLI STATALI. I CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO, A TERMINE O COME CAZZO LI VOLETE CHIAMARE, TARPANO LE ALI A MILIONI DI NUCLEI FAMILIARI, CHE, A CAUSA DELLA PRECARIETÀ PER FAVORIRE IL NONSENSO DELLA FLESSIBILITÀ, STENTANO A COMPRARSI LA PRIMA CASA, L’AUTO, PERSINO A PAGARE I FITTI E, PUR LAVORANDO, STENTANO AD ARRIVARE A FINE MESE PURE CON DUE STIPENDI. NON VOGLIO NEMMENO CALCOLARE LO STRESS CHE HANNO A FAR RIEMPIRE INNUMEREVOLI MODULI, CARTE E SCARTOFFIE BOLLATE DI UN CONTRATTO TRUFFA, CHE LI CATALOGA VERI SCHIAVI DEL SECOLO. SE SONO POVERI GLI STESSI LIBERI LAVORATORI, FIGURIAMOCI I DISOCCUPATI. E LA GENTE CONTINUA ANCORA A CREDERE AI PROCLAMI DEI POLITICANTI DI TURNO DURANTE LA LORO AMENA CAMPAGNA ELETTORALE!

Vincenzo Benincasa dalle MEDITAZIONI SOCIALI

Autografo
Elezioni politiche italiane

 

 

Gruppo Facebook del Movimento Presidenzialista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*