Governo del Cambiamento

...Governo del Cambiamento

Al Quirinale dopo 88 giorni di balzelli, tornelli e mattarelli con toninelli (omen nomen), siamo giunti con tanti sforzi all‘incarico di formare un Governo.
Avevo detto su facebook subito dopo le elezioni del 4 Marzo „Ne vedremo delle belle al Quirinale“: mai siffatta frase è stata più azzeccata in questi mesi di tribolazioni.
Mesi che hanno visto bruciare nei mercati finanziari molti denari sotto la scure dello Spread.
Sapevamo tutti che la legge elettorale Rosatellum, con la divisione dei voti del popolo in tre blocchi contrapposti, avrebbero portato ad uno stallo politico oltre che a una crisi istituzionale. Il Capo dello Stato, con queste ripetute consultazioni con tutte le forze politiche del Parlamento, ha tergiversato molto prima che si giungesse all‘inizio della nuova Legislatura. Prima, hanno avuto colpa del ritardo le stesse forze politiche vincitrici delle elezioni, poi le opposizioni, infine lo stesso Presidente della Repubblica, dietro indicazioni di consulenti politici e finanziari, ha rifiutato di dare inizio al nuovo Governo Conte, firmato M5S-Lega, che proponeva un euroscettico (Savona) al Ministero dello Sviluppo Economico. La scure dello Spread e del profitto a tutti i costi nei mercati finanziari internazionali avevano indotto il Capo dello Stato ad andare oltre le garanzie costituzionali e a nominare un‘altra volta un nuovo esecutivo senza il consenso popolare. Ma il manifesto malumore alla Camera e al Senato, composti da deputati e senatori, scelti democraticamente dal popolo, che hanno persino palesato la volontà di denunciare il Presidente della Repubblica per Alto Tradimento, ha fatto tornare quest‘ultimo sui suoi passi, approvando così il Governo del Cambiamento del Primo Ministro Prof. Conti. Ora avremo Salvini al Ministero dell‘Interno, Di Maio al Ministero dello Sviluppo Economico, entrambi vice primi ministri del Consiglio, col Prof. Savona (tanto vituperato) al Ministero degli Affari Esteri. Domani ci sarà il giuramento, un giorno prima della Festa della Repubblica.

Vincenzo Benincasa dalle MEDITAZIONI SOCIALI

Autografo
Governo del Cambiamento

 

 

Gruppo Facebook del Movimento Presidenzialista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*